Quando l’alba sveglia i nidi
ed il sole i monti bacia,
quando l’onda batte i lidi
e soffia l’aer leggero,
a Te s’innalzan dal core
gli affetti, i buoni pensieri,
a Te i palpiti d’amore
la prece mia sincera.
Quando il giorno trascolora
e nel suo letto il sole và
e dell’ave la dolce ora
spande echi il campanile,
a Te corro in tanta fretta
e star con TE come sempre
questa è l’ora benedetta,
o Madre mia gentile.
Quando tutto attorno tace
e nella notte misteriosa,
quando tutti dormon in pace
ancor sempre penso a Te.
A Te affido l’anima mia
chè la plasmi come vuoi Tu
e la guidi per quella via
alla verità a Gesù.

Achille Abela
(“Diploma ad honorem” con medaglia e “Menzione speciale” entrambi assegnati a Pompei il 24-4-2010 nell’ambito del premio intitolato a Giovanni Paolo II)