Un Apostolo per le vocazioni

Annibale nacque a Messina il 5 luglio 1851 da una famiglia nobile. Fu ordinato sacerdote il 16 marzo 1878 e ottenne dal Vescovo il permesso di stabilirsi in un quartiere malfamato di Messina dove regnava miseria morale e materiale. La sua missione fu quella di portare il vangelo tra quella povera gente. Durante la sua difficile missione diede vita ad opere di soccorso e di educazione dei bambini e dei giovani fondando gli orfanotrofi che volle dedicare a S.Antonio. Questi orfanotrofi Antoniani si sostenevano esclusivamente con la carità; Annibale era solito mendicare e bussare alle porte dei ricchi per sostenere le grandi esigenze degli istituti da lui fondati. Per Divina Provvidenza negli istituti si formarono dei laboratori artigianali, centri di formazione professonale, scuole e colonie. Padre Annibale fu un sacerdote zelante e la sua parola semplice era sempre convincente e toccava il cuore di chi lo ascoltava. Teneva a cuore le vocazioni sacerdotali e con tanto amore fondò le Congregazioni dei Rogazionisti e delle figlie del Divino Zelo che avevano l’impegno di pregare e prodigarsi per le vocazioni. Padre Annibale morì a Messina il 1 giugno 1927 confortato dalla visione della Vergine Maria, sempre da lui amata. Il 7 ottobre 1990 Giovanni Paolo II lo dichiarò beato e lo stesso papa lo proclamerà santo il 16 maggio 2004. La chiesa onora Annibale Di Francia con l’appellativo di “Apostolo della preghiera per le vocazioni”.