Educare i giovani alla carità

Luigi nacque a Pontecurone, vicino a Tortona, il 23 giugno 1872. Da giovinetto oltre allo studio e ai lavori nei campi fu dedito alle pratiche religiose. Nel 1886 entrò nell’oratorio di S.Giovanni Bosco dove, nei tre anni di permanenza, affascinato dall’esempio di Don Bosco, apprese molto sul piano pedagogico. Questa esperienza fu per Luigi molto importante tanto da essere essenziale per le sue future attività in campo giovanile. Nel 1889 lasciò l’oratorio ed entrò nel seminario di Tortona per studiare teologia. Il 3 luglio 1892 aprì un oratorio e subito dopo un collegio che, dopo poco tempo, accolse più di cento ragazzi. Il 13 aprile 1895 fu ordinato sacerdote, celebrando la sua prima Messa fra i suoi giovani. Don Orione si dedicò alla cura spirituale di tanti ragazzi e inoltre svolse intensa attività contro la massoneria e portò avanti diverse iniziative sociali. Con l’aiuto dei suoi giovani, nel 1908, fu importante nel soccorso dei terremotati di Messina e Reggio Calabria accogliendo nel suo Istituto un gran numero d’orfani, molti dei quali, conosciuti personalmente tra le macerie. Don Orione costituì la Congregazione dei Figli della Divina Provvidenza e le Piccole Missionarie della Carità e, inoltre, fondò gli Eremiti della Divina Provvidenza e l’ordine delle suore Sacramentine. Don Orione, animato dallo spirito missionario, si recò nel 1934 in Argentina dove organizzò parrocchie, colonie, scuole, istituti per orfani, case della carità. Nel 1937 don Luigi ritornò in Italia e trascorse gli ultimi tre anni della sua vita a Tortona dove, all’età di 68 anni, raggiunse la casa del Padre; era il 12 marzo 1940. Venticinque anni dopo, nel 1965, fu fatta la ricognizione della salma che fu trovata completamente intatta. È stato proclamato santo da Giovanni Paolo II il 16 maggio 2004.